Cos’è il PropTech: l’innovazione tecnologica nell’immobiliare

Indice

Key Takeways

La trasformazione digitale, protagonista della quarta rivoluzione industriale, sta prendendo piede in tutti i settori industriali. Tra i settori protagonisti di questo importante cambiamento vi è il settore dell’immobiliare. Il termine PropTech viene utilizzato inizialmente nel 2014 nel Regno Unito, nasce dalla fusione di Property (inteso come proprietà immobiliare) e Technology (tecnologia), esso racchiude tutti i processi che mirano all’evoluzione tecnologica di un settore apparentemente tradizionalista quale potrebbe sembrare l’immobiliare.

Il settore immobiliare è tradizionalmente un settore in lento movimento, è un tipo di asset grande (il più grande), è in gran parte privato e composto da grandi asset eterogenei e non è noto come un settore che abbraccia prontamente il cambiamento. In sintesi è un settore che adotta le tecnologie lentamente ma con l’avvento del PropTech si respira aria di innovazione.

Un esempio di startup emergente è Casavo, la piattaforma italiana PropTech leader di mercato con il modello Instant Buying immobiliare, si tratta dell’offerta simultanea di due servizi: da un lato la promozione online degli immobili, dall’altro l’acquisto istantaneo, con il risultato di un importante processo di convergenza tra settore immobiliare tradizionale e tecnologia.

Gli investitori credono nel PropTech, la raccolta totale della piattaforma Casavo ammonta a 385 milioni di euro dal 2017 ad oggi, tra capitale e debito. Si tratta del più grande investimento nella storia delle startup italiane.

 

La vera forza del PropTech risiede nella combinazione di diverse applicazioni che offriranno soluzioni più convenienti.

L’emergenza pandemica da Covid-19 rappresenta un punto di svolta per il PropTech: le imprese hanno compreso l’importanza di integrare la tecnologia nei propri spazi di lavoro e il PropTech offre diverse soluzioni: monitorare e gestire il flusso di persone, la salute, la sicurezza, gli aspetti relativi alla protezione dei dati e la conformità alle normative.

Indice

Condividi questo articolo
LinkedIn
Articoli simili

Buy Now Pay Later (BNPL)

Buy Now Pay Later (BNPL), sta rivoluzionando l’esperienza di acquisto e di vendita per milioni di persone nel mondo. Come impatto viene considerata alla stregua delle carte di credito negli anni ‘70 e sta permettendo una democratizzazione dell’accesso al credito come mai prima d’ora. Questo sistema di pagamento permette al consumatore di dividere il pagamento del carrello in 3-4 pagamenti mensili senza interessi, creando una situazione win-win con il venditore che può intercettare opportunità di vendita, accrescendo l’importo del checkout. Al tempo stesso il cliente riuscirebbe a soddisfare bisogni che senza questa modalità di pagamento non sarebbero fattibili. Secondo un

Continua a leggere...

Digital Wealth Management

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di gestione individuale del risparmio, il c.d. Wealth Management. Ma cosa succede quando il Wealth Management incontra l’industria Fintech?  Cosa si intende con il termine “Digital Wealth Management”? Facendo qualche passo indietro, con Wealth Management si indicano tutti i servizi professionali di gestione del patrimonio dedicati a clienti con un determinato patrimonio finanziario, definiti High net worth individuals (HNWI). Il Wealth Management nell’era del FinTech L’industria del Wealth Management, il mercato più “human intensive” per definizione, sta attraversando una fase di grandi e profondi cambiamenti che impongono a tutti gli operatori un ripensamento

Continua a leggere...

Settore FinTech

Il futuro della finanza ha un DNA digital. Lo si può notare analizzando il cambiamento che sta avvenendo nel mondo dei servizi bancari, finanziari e assicurativi. Le tecnologie digitali sono diventate una sinergia perfetta con la finanza, tant’è che è impossibile non parlare del Fintech. Questo è un mondo che non si limita al solo ambito bancario, ma si compone di diversi attori e protagonisti. Competizione allargata, open banking, API, startup, e roboadvisory. Cosa vuol dire FinTech? Sembra parlare di medioevo, ma fino a pochi anni fa sarebbe stato impossibile immaginare come sarebbe cambiato il rapporto dei consumatori con i servizi che vengono usati quotidianamente. La

Continua a leggere...

Equity crowdfunding

Per l’impresa, è una forma innovativa di accesso al credito. Per l’investitore, un metodo di partecipazione al capitale di rischio imprenditoriale. Quindi, l’equity crowdfunding è l’acquisto di un titolo di partecipazione di una società: l’investitore riceve come corrispettivo del finanziamento una quota del capitale sociale, con gli annessi diritti patrimoniali e/o amministrativi. Situazione in Italia, regolamentazione e il ruolo del portale Nella maggior parte dei Paesi il fenomeno non è soggetto a regolamentazione e si fa riferimento alle normative di già esistenti. Invece, l’Italia è il primo paese europeo ad essersi dotato di una normativa specifica e organica relativa all’equity crowdfunding.

Continua a leggere...

Startup evaluation

Valutare una start up è una scommessa tanto quanto la start up stessa. La start up è un tipo di azienda inadatta ai metodi di valutazione tradizionale. Inoltre, il panorama italiano è sprovvisto di sufficienti pubblicazioni specialistiche che definiscano in maniera univoca il metodo corretto da utilizzare. Per questo motivo, si fa riferimento alle azioni degli investitori nel settore. Le problematiche risiedono in diversi aspetti. L’azienda non ha una serie storica di dati cui fare riferimento nelle valutazioni. Spesso si tratta di un’idea innovativa: il rischio è sempre elevato, i fattori che possono portare al fallimento dell’impresa sono imprevedibili e

Continua a leggere...

Ciclo di vita della startup

Ciclo di vita Entrando nel particolare mondo delle startup, si possono distinguere diverse fasi di vita delle stesse, e i principali momenti in cui essi si dividono sono: creazione dell’idea, validazione, ricerca di finanziamenti, fase di crescita e per concludere con un’exit, o nel caso specifico di startup finanziate da fondi CVC, incorporazione in azienda. Le fasi di vita di una startup possono essere “classificate” nelle seguenti categorie: Bootstrap e Pre-seed Seed Early stage Early growth Growth Lo status particolare attribuito dal governo italiano alle startup dura 5 anni, dopo di che tale status da startup innovativa viene revocato. Infatti,

Continua a leggere...
Apri chat
Hai bisogno di aiuto?
Vuoi parlare con qualcuno?